Villa Crespi

Antonino Cannavacciuolo

Da Napoli ci si sposta solo per un posto da favola. Il tempio dell’amore per la moglie Cinzia è da Mille e una Notte, adagiato sulle rive del lago d’Orta, in un magnifico resort arabeggiante costruito a fine Ottocento: è qui che Antonino Cannavacciuolo, nel profondo Piemonte, fa gustare ai suoi ospiti una cucina decisamente mediterranea. Ai ricordi dei sapori di casa, lo chef abbina la tecnica appresa Oltralpe, uno studio estetico di gusto raffinato e un’esperienza di gran lusso, per piatti a dir poco sfarzosi. Il castello moresco con tanto di minareti e archi, tempestato di decorazioni dorate, è da sempre un luogo d’amore: da quello del suo fondatore, Cristoforo Benigno Crespi, rimasto ammaliato dal fascino di Baghdad durante i suoi viaggi in Oriente, al nome della struttura, inizialmente Villa Pia, in omaggio alla moglie Pia Travelli. E così, il fascino si è tramandato nei secoli senza mai venire scalfito: per gli amanti del vino si narra che cunicoli sotterranei colleghino la mastodontica cantina della Villa con l’isola di San Giulio e la Torre del Buccione.

Villa Crespi

Via Fava, 18 – 28016 Orta San Giulio (NO)
Tel. +39 0322 911902
www.villacrespi.it

50 | |

Chiusura Lunedì. Martedì a pranzo
Ferie Ferie Dal 14 gennaio al 4 febbraio
Carte di credito Tutte