Pri Lojzetu

Tomaž, Flavia e Sara Kavčič

Al confine tra Italia e Slovenia, a Vipava, sorge Villa Zemono. Fatta costruire dal nobile Francesco Antonio Lanthieri nel 1689, è un luogo pieno di fascino, a partire dalle volte affrescate che furono tanto apprezzate da Giacomo Casanova. Proprio qui Carlo Goldoni ha trovato spunto per comporre le sue opere piene di brio, e qui lo chef Tomaž Kavčič, con lo stesso brio creativo, insieme alla moglie Flavia, regina della sala, ha individuato il luogo giusto per il suo ristorante, Pri Lojzetu. In questa storica dimora lo chef compie un viaggio alla scoperta dei sapori sloveni, tra zuppe e brodi odorosi. Alla sua tavola si trova anche la rosa di Gorizia, rara e delicata, un radicchio autoctono che viene reciso prima dell’autunno e tenuto in caldo nei rifugi per farla essiccare, raccolta a mano cespo per cespo, una prelibata particolarità che pochi chef sanno maneggiare e valorizzare. Tomaž è capace di sorprendere anche con un semplice branzino: attraverso una piastra di sale che diventa una lastra per cucinare, il pesce viene cotto davanti agli occhi dei commensali, per una divertente interazione con il proprio pasto che non annoia mai.

Pri Lojzetu

Dvorec Zemono – 5271 Vipava (SLO)
Tel. +386 5 3687007
www.zemono.si

40 – fino a 200 per eventi | | con preavviso

Chiusura Lunedì e martedì
Ferie Variano di anno in anno
Carte di credito Tutte