La Ciau del Tornavento

Maurilio Garola, Nadia Benech, Marco Lombardo

LaCiau
LaCiau

Tempio sacro del vino e del buon cibo, La Ciau del Tornavento è tappa obbligatoria per chi transita dalle morbide colline delle Langhe e arriva a Treiso. L’austero ex asilo in stile littorio da fuori e la radiosa terrazza sui vigneti a Nebbiolo che ammira un quarto di arco alpino innevato dall’interno, sussurrano all’unisono di una cantina segreta che custodisce il non plus ultra delle meraviglie vinicole del Bel Paese. Ricavata a fianco di un ruscello d’acqua fresca e scavata nel tufo, nella cantina che Maurilio Garola considera un luogo molto vicino al sacro, conserva non solo i vini classici piemontesi ma anche quelli dei cugini d’Oltralpe, costituendo una selezione enologica a dir poco invidiabile, oltre a una vasta produzione artigianale di formaggi e salumi. Il momento migliore per approdare alla Ciau del Tornavento è il momento del tartufo, che accompagna la carne cruda battuta al coltello, l’uovo in cocotte, i tagliolini al burro, i tournedos di vitella e i cardi gobbi di Nizza Monferrato.

La Ciau del Tornavento

P.zza Baracco, 7 – 12050 Treiso (CN)
Tel. +39 0173 638333
www.laciaudeltornavento.it

70 | |

Chiusura Mercoledì, giovedì
Ferie Dall’1 febbraio al 15 marzo
Carte di credito Visa, Mastercard