Lio Pellegrini

Silvia e Giuliano Pellegrini

Una sacrestia del Seicento, un acciottolato che porta alle mura della Città Alta, non lontano dalla Galleria d’arte moderna e contemporanea di Bergamo e dall’Accademia Carrara, il ristorante Lio Pellegrini non può che essere un gioiello. Aperto nel 1984 con quel tocco di “toscanità che trasuda da ogni piatto”, il nome è un tributo al padre di Giuliano Pellegrini. Tra i piatti più celebri, la Zuppetta calda di mare con crostacei, gli Spaghetti con le telline e bottarga dolce di Muggine, le Cervella dorate e tartufate, le Fettuccine fatte in casa con ragù di piccione. “In ogni piatto cucinato e presentato non si misura la modernità o la tradizione, in ogni piatto si deve distinguere la fotografia del cuoco, la sua serenità, la sua passione, l’amore, l’emozione e la sua tenerezza. In un ristorante non si deve leggere la mano dell’architetto, bensì quanto questi sia riuscito a narrare il gusto, l’emozione e la tenerezza del padrone di casa, il quale saprà poi perfettamente ritrovarsi nell’ambiente che vive ogni giorno” racconta con passione Giuliano, conscio di essere riuscito nell’intento, grazie anche al prezioso sostegno della moglie Silvia e dei figli, Mattia e Lorenzo.

Lio Pellegrini

Via San Tomaso, 47 – 24121 Bergamo (BG)
Tel. +39 035 247813
www.liopellegrini.it

45 + 45 esterni |

Chiusura Lunedì. Martedì a pranzo
Ferie 1 settimana dopo Pasqua e le ultime 3 settimane di agosto
Carte di credito American Express, Visa, Diners, Mastercard