San Domenico

Natale, Valentino e Giacomo Marcattilii,
Massimiliano Mascia

San Domenico
San Domenico

Tradizione, memoria, ricerca e inventiva: ruota attorno a questi quattro pilastri l’identità del San Domenico di Imola. Appena varcata la soglia, il locale si fa magicamente casa e la cucina inneggia al costante ritorno alle origini, alla genuinità e al vero. Questa promessa si rinnova fin dal primo giorno, quel lontano 7 marzo 1970, quando Gianluigi Morini aprì le porte del ristorante. Oggi è lo chef Valentino Marcattilii a fare le veci dell’indimenticabile Nino Bergese, il fautore della grande cucina delle case nobiliari d’Italia. La proposta, articolata tra carta e degustazione, valorizza l’eccellenza stagionale della munifica Emilia Romagna con cura e attenzione per i minimi dettagli. Ma anche la tradizione più convinta incontra necessariamente quell’inventiva fertile e appassionata in grado di tramutare ogni assaggio in esperienza indimenticabile. 
A questo passaggio di attualità lavora il giovane Massimiliano Mascia, nipote e braccio destro dello chef, abile nell’invogliare gli ospiti con creazioni assurte a simbolo di continuità nel rinnovamento. Con la loro accoglienza inappuntabile, Natale e Giacomo contribuiscono a rendere unico il passaggio dei gourmet in questa dimora storica.

San Domenico

Via G. Sacchi, 1 40026 Imola (BO)
Tel. +39 0542 29000
www.sandomenico.it

35-40 | |

Chiusura Domenica a cena e lunedì.
Da giugno ad agosto: sabato a pranzo, domenica e lunedì
Ferie Alcuni giorni in gennaio e 3 settimane in agosto
Carte di credito Tutte