locandamargon

Locanda Margon si rinnova

Locanda Margon, il ristorante stellato di Casa Lunelli, ha riaperto lo scorso 9 febbraio dopo importanti lavori di restyling.

Punta sempre più in alto Alfio Ghezzi, chef di Locanda Margon, la prima insegna nella storia della ristorazione del Trentino ad ottenere il riconoscimento delle due stelle Michelin. Sarebbe anche riduttivo limitarsi a definire questo luogo come il ristorante gourmet di casa Lunelli perché Locanda Margon per la famiglia che ha portato in tutto il mondo la grande qualità delle bollicine italiane è in realtà parte importante di un progetto, di un percorso “del bello e del buono” che impegna tutta l’azienda nelle sue varie componenti e che si traduce in un viaggio straordinario offerto ai visitatori di questo luogo incantato anche se non sono abituali frequentatori di ristoranti stellati. Un percorso che unisce passato e futuro, che parte dalla visita alle cantine dove con pazienza riposano le bollicine Ferrari, per poi salire sulle colline vicine per visitare la cinquecentesca Villa Margon sede di rappresentanza del Gruppo splendido esempio di residenza signorile del Rinascimento per terminare poi a tavola alla Locanda Margon appunto dove la cucina di Alfio Ghezzi propone ai visitatori piatti pensati per valorizzare al massimo le bollicine Ferrari Trentodoc e i vini fermi delle Tenute Lunelli in un contesto elegante ma al tempo stesso più informale rispetto al ristorante gourmet vero e proprio. Anche il restyling dei locali vuole valorizzare questi concetti e accompagnare “il percorso di crescita della cucina dello chef Alfio Ghezzi, aggiungendo ulteriore piacevolezza al luogo e regalando così un’esperienza di ospitalità sempre più completa”. Di particolare impatto scenografico la veranda, immersa nel verde dei vigneti, che “ricorda i classici giardini d’inverno” dove è possibile godere di una cucina più semplice e veloce che condivide però con la proposta gourmet l’attenzione alla qualità della materia e la valorizzazione degli ingredienti offerti da un mondo e da una natura ostili ma pieni di opportunità come la montagna e le vallate alpine.

Foto: Particolare dei nuovi interni della Locanda Margon.