Notte dei culatelli 2018

La 13esima Notte dei Culatelli a Antica Corte Pallavicina

Lo scorso 28 agosto si è svolto un appuntamento imperdibile a Polesine Pamense (PR) organizzato dal nostro socio Massimo Spigaroli di Antica Corte Pallavicina: la 13esima Notte dei Culatelli.

Custode di antichi saperi nella produzione di culatelli e di salumi ma anche in tutto quel sistema “Bassa Parmense” tanto raccontato da Giovannino Guareschi, la famiglia Spigaroli ha creato un evento per valorizzare il territorio e rafforzare il profondo legame con il concetto di qualità in tutti i settori – a cominciare da quello agroalimentare – e a tutti i livelli.

Tra i premiati dal giornalista Luigi Franchi, direttore di sala&cucina:

  • Aimo e Nadia Moroni, protagonisti del cambiamento gastronomico epocale di una città come Milano, dove arrivarono nell’immediato dopoguerra per inaugurare una storia che ancora oggi continua con il Luogo di Aimo e Nadia, gestito dalla figlia Stefania e dai Moroni Boy’s Alessandro Negrini e Fabio Pisani, nel segno degli stessi profumi di sempre.
  • Ezio Santin e Renata Fugazza, dotati di quel pizzico d’incoscienza necessaria ad aprire nel 1976 l’Antica Osteria del Ponte a Cassinetta di Lugagnano, divenuto in breve il secondo tristellato italiano di tutti i tempi. La loro testimonianza è un richiamo ai valori dell’ospitalità, a quello stile che vuol dire accoglienza, sorriso, eleganza. Ma, soprattutto è un appello ai giovani a cui non mancano mai di ricordare che il lavoro della ristorazione è un sacrificio che può dare grandi soddisfazioni.
  • Gianfranco Bolognesi, maitre sommelier romagnolo e fondatore de La Frasca a Castrocaro Terme, capace di proporre una carta, frutto di scelte personalissime, che ha segnato la strada a quanti sono venuti dopo di lui. L’ennesima metamorfosi del locale in Trattoria Bolognesi non ha cambiato quella civiltà delle buone maniere che rimane la nota di fondo di un luogo di lusso inteso come spazio, silenzio, piacere a prezzi contenuti.