Guida Pasticceri e Pasticcerie 2018 del Gambero Rosso

Presentata a Roma il 30 novembre sulla terrazza panoramica del Giuda Ballerino la settima edizione della guida Pasticceri & Pasticcerie del Gambero Rosso.

La guida racconta lo stato dell’arte della pasticceria italiana e registra le tendenze in atto in un settore della gastronomia che in questi ultimi anni sta assumendo i contorni sempre più netti di una disciplina autonoma a tutti gli effetti. Come già accaduto per le cucine i protagonisti dell’arte dolce (che in realtà esclusivamente dolce non è più grazie al riscontro sempre più positivo che incontrano le proposte di pasticceria salata) si stanno affermando sempre di più come professionisti a tutto tondo, oggetto come per gli chef di cucina di una costante attenzione mediatica. In parallelo, come viene rilevato nella prefazione del volume che recensisce 560 locali in tutta la Penisola, alla cura del bello e dell’estetica da sempre prerogativa dell’arte dei pasticceri si affianca un’attenzione sempre maggiore anche all’equilibrio nutrizionale e alla ricerca di nuovi equilibri di gusto.

Fra i locali premiati in questa edizione della guida spicca la Cannavacciuolo Bakery di Novara, la pasticceria da poco aperta da Antonino Cannavacciuolo è stata eletta novità dell’anno: “una pasticceria raffinata, colta, ma che sa anche portare i sapori di casa”. Segnalato anche Marcello Rapisardi con la sua nuova insegna milanese Pasticceria & Dessert l’ex collaboratore e allievo (tra gli altri) di Moreno Cedroni e Claudio Sadler vince il riconoscimento di Pasticcere emergente. Passando alla classifica segnaliamo il passaggio da 18 a 21 delle insegne con Tre Torte (massimo riconoscimento attribuito dalla guida). Le tre novità sono Sciampagna, Marineo (PA), di Carmelo Sciampagna, Antico Caffè Spinnato, Palermo, con Maurizio Santin alla guida del laboratorio della storica pasticceria; Belle Hélène, Tarquinia (VT) di Francesca Castignani. Migliore pasticceria d’Italia con punteggio di 95/100 si conferma la Pasticceria Veneto di Brescia guidata da Iginio Massari.