FICO e il Milan Center for Food Law and Policy insieme per il diritto al cibo

Fondazione FICO e il centro milanese impegnato a promuovere nel mondo i valori della Carta di Milano siglano un protocollo d’intesa. Livia Pomodoro presidente del Milan Center nella sua prolusione chiama i giovani ad una assunzione di responsabilità.

Il 28 febbraio nella sala dell’Arena FICO Eataly World a Bologna Livia Pomodoro, presidente del Milan Center for Food Law and Policy è stata chiamata a svolgere una lectio magistralis sui temi legati all’attività della Fondazione nata in occasione di Expo 2015 e che oggi – attraverso la promozione dei valori espressi nella Carta di Milano e le attività svolte in questi anni – ha sostanzialmente raccolto l’eredità immateriale dell’Expo milanese dedicato al tema della nutrizione del Pianeta. Migliorare lo sfruttamento delle risorse alimentari per garantire il diritto ad un cibo sano. buono e sostenibile per tutti favorendo processi normativi che tutelino queste esigenze. Sono questi i grandi temi attorno ai quali riflette e opera la fondazione milanese che oggi – ha detto Pomodoro – è attiva non solo sul fronte del cibo e delle risorse alimentari ma sta concentrando l’impegno anche sul fronte della tutela e dell’utilizzo dell’acqua, bene primario che rischia di essere nei prossimi anni oggetto di crisi epocali se non si interviene a ridurre lo spreco di risorse e l’inquinamento perpetrati dall’industria e dall’agricoltura.

A margine della conferenza, alla quale hanno assistito in particolare gli studenti della facoltà di agraria dell’Università di Bologna, la stessa Livia Pomodoro, in rappresentanza del Milan centre e Andrea Segre, presidente della fondazione FICO, hanno siglato un protocollo di intesa “Per il diritto al cibo e la promozione della sostenibilià”. Il documento raccoglie l’eredità di Expo 2015 e della Carta di Milano e promuove una serie di azioni la prima delle quali, in ordine di tempo, sarà un’attività di advocacy per il riconoscimento di buone pratiche premiate attraverso una categoria specifica introdotta nell’edizione 2018 di Bologna Award, il premio internazionale dedicato alla sostenibilità e al cibio e promosso da vari enti fra cui la stessa FICO, il CAAB (Centro agroalimentare di Bologna), il comune di Bologna e la regione Emilia Romagna.

«Fondazione FICO e Milan Center for Food Law and Policy – ha detto Livia Pomodoro – siglano oggi un patto che guarda al patrimonio ed alla reputazione che l’Italia si è conquistata con Expo Milano 2015, per confermarne anche in futuro il primato. Un primato che nasce da una stringente regolazione, amica della qualità. Un primato da confermare dando vita insieme ad azioni congiunte di ricerca e di sensibilizzazione. In particolare verso il mondo giovanile. Dobbiamo fare dei nostri ragazzi le sentinelle di un mondo sostenibile migliore, i protagonisti di quei comportamenti virtuosi grazie ai quali poter guardare con fiducia al futuro del pianeta».

Nella foto Livia Pomodoro e Andrea Segre.