Enrico Bartolini

Enrico Bartolini apre la Locanda al Relais Sant’Uffizio

Lo chef di Pescia, il cuoco italiano con il maggior numero di stelle Michelin all’attivo, annuncia una nuova apertura e una nuova sfida: modernizzare la cucina piemontese,

Enrico Bartolini (Enrico Bartolini Ristorante) annuncia la prossima apertura di un nuovo ristorante presso il Relais Sant’Uffizio Wellness & SPA. La struttura ricettiva si trova in Piemonte tra Asti e Casale Monferrato all’interno di un complesso che un tempo ospitava un monastero e dispone di 41 camere e suite con una splendida vista panoramica sui vigneti del Monferrato. Il ristorante “La Locanda” che Bartolini e il suo collaudato staff di collaboratori gestiranno all’interno della struttura rappresenterà, insieme al pacchetto wellness, il pezzo forte dell’offerta del Relais. Il Sant’Uffizio fa parte della catena di hotel Ldc di proprietà della famiglia taiwanese  Chang-Koo, che in Asia possiede una catena di hotel di lusso. Per la Ldc Bartolini già gestisce il Glam a Venezia, ovvero il ristorante dell’Hotel Palazzo Venart. Se al Glam Bartolini ha caratterizzato i menu attraverso una rivisitazione in chiave moderna della cucina tradizionale veneziana, oggi alla Locanda lo chef toscano intende compiere una analoga operazione con la tradizione gastronomica del Piemonte proponendo nello straordinario scenario immerso nel verde dei vigneti all’interno dei locali che un tempo ospitavano la limonaia del monastero una cucina “guidata da principi come autenticità, stagionalità e sperimentazione… una cucina d’autore, innovativa ma al tempo stesso ispirata alla tradizione, che esalta le prelibatezze del territorio puntando i riflettori sui pregiati tartufi della zona e i selezionati prodotti autoctoni per proporre i sapori autentici della cucina italiana contemporanea e una selezionata carta di vini piemontesi, italiani ed esteri, con oltre 300 etichette conservate presso il Teatro del vino, la prestigiosa cantina del Sant’Uffizio”. Il team che Enrico Bartolini ha selezionato per gestire questa nuova sfida è guidato dal resident chef Gabriele Boffa e dal direttore di sala Francesco Palumbo. La cucina propone oltre al menu à la carte composto da piatti tradizionali, pani a lievitazione naturale, pesce pescato, carni e verdure locali, due percorsi degustazione.