2a borsa di studio le soste 2018

Conferimento 2a Borsa di studio Le Soste

Siamo fieri di annunciare di avere consegnato la 2a borsa di studio Le Soste a Elena Tagliabue, una ragazza diplomatasi con ottimi profitti presso l’Istituto Professionale Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Carlo Porta” nel giugno del 2017. Ventenne e con  già parecchia esperienza di lavoro in giro per l’Italia e per il mondo, nutre da tempo il sogno, ora realizzato, di seguire un corso di specializzazione in ambito sala.

È stato possibile dare vita a tale borsa grazie alla collaborazione tra:

IPSEOA Carlo Porta

Alma – La Scuola internazionale di Cucina Italiana

Longino & Cardenal

Associazione Le Soste

Mediavalue srl

Alle ore 16 di venerdì 20 aprile, in occasione di una mostra sull’impiattamento organizzata dalla scuola Carlo Porta a Milano, si sono ritrovati nell’Aula conferenze  alcune classi dell’istituto con vari docenti per la presentazione dei disegni dei ragazzi raffiguranti piatti ispirati a opere d’arte di artisti del XX secolo e Roberto Murgia, insegnante di Metro Academy, per parlare dell’importanza dell’impiattamento.

Rossana di Gennaro, dirigente IPSEOA Carlo Porta, ha lodato i ragazzi e l’“eccellenza del pomeriggio”, e subito dopo ha preso la parola  Mario Cucci, CEO di Mediavalue, editore dell’annuario dell’Associazione nonché coordinatore della borsa di studio spiegando l’intento culturale di questa borsa nata due anni fa, in linea con quelle che sono le finalità dell’Associazione Le Soste, per cui un ragazzo particolarmente meritevole viene premiato con la possibilità di andare avanti a studiare per avvicinarsi, imparare a conoscere la grande cucina italiana. Se alcuni non riescono a vedere un ritorno in tale proposta, Longino & Cardenal ha invece dimostrato di cogliere a fondo l’importanza di tale opportunità. Mario Cucci ha dunque ringraziato di cuore Longino & Cardenal, oltre che Alma e il Carlo Porta, per il supporto e l’alleanza con Le Soste.

Giancarlo Morelli, Pomiroeu, si è detto onorato di essere stato chiamato per consegnare a Elena la borsa, data la sua convinzione che i giovani, che rappresentano il futuro, siano un germoglio che va sostenuto, proprio come fa l’Associazione Le Soste, che continuerà a cercare e a premiare i ragazzi più meritevoli. Lo chef non ha mancato di ringraziare anche Longino & Cardenal, per l’offerta di una gamma di prodotti di eccellenza che i chef Le Soste utilizzano in cucina.

Stefano Venturelli, Restaurant Manager di ALMA, La Scuola Internazionale di Cucina italiana, ha confermato la soddisfazione di poter accogliere studenti con tanto entusiasmo quale quello dimostrato da Elena Tagliabue che ha già seguito un pre-corso proprio nei giorni scorsi. Non ha mancato neanche di lodare Le Soste e Longino & Cardenal per la lungimiranza che dimostra regalando ai giovani l’opportunità di crescere, anche in sala: un ambito, questo, che Gualtiero Marchesi stimava rappresentare il 50% della ristorazione. In sala, ripeteva il Maestro, si può esaltare la passione e il genio di uno chef!

Creare professionisti di sala è dunque fondamentale, anche perché gli italiani, che hanno saputo esportare ovunque l’ospitalità tipica del nostro Paese, sono considerati i migliori professionisti di sala del mondo.  In questi ultimi tempi in cui si è fortunatamente assistito alla rinascita di questa professione, il dottor Venturelli si è detto colpito dalla bravura degli studenti e dalla competenza dei docenti.

Filippo Mainini, sales director Longino & Cardenal ha sottolineato quanto le persone facciano la differenza quando si tratta di creare qualcosa di grande… poco tempo fa, ad esempio, aveva potuto apprezzare la grande capacità di una persona in sala proprio da Giancarlo Morelli. Perché se è vero che il giusto abbinamento dei piatti è importante, è la sala che lascia il ricordo più vero e duraturo! Spesso, ha sottolineato, si vuole tornare in un ristorante “perché qualcuno ti ha trattato particolarmente bene, perché ha spiegato il piatto e tutta la ricerca che c’è dietro quel piatto”. Si è poi complimentato vivamente con Elena, augurandole di vivere un’esperienza bellissima in ALMA e di mantenere sempre la stessa passione.

Alla fine la borsa è stata consegnata alla ragazza, che era a dir poco raggiante.

Si tratta della seconda studentessa dell’Istituto Professionale Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Carlo Porta” a ricevere la Borsa di Studio istituita dall’Associazione “Le Soste” allo scopo di sostenere negli studi di specializzazione i giovani più meritevoli dell’istituto alberghiero milanese. Il 24 aprile pv Elena inizierà a frequentare il  Corso Superiore di Sala, Bar & Sommellerie presso ALMA, La Scuola Internazionale di Cucina italiana, grazie proprio al prezioso e concreto contributo di Longino&Cardenal (partner de “Le Soste”) e di Alma stessa.

Nel 2016 la 1° borsa di studio Le Soste (in ambito cucina) era stata conferita a Riccardo D’Angelo, che ha poi frequentato con successo e soddisfazione un corso di specializzazione di cucina presso ALMA, anche allora grazie al contributo di Longino&Cardenal e di Alma stessa.

Al termine del pomeriggio, è seguito un rinfresco con dolci e salati preparati dagli studenti del Carlo Porta.